IL GARDA TRENTINO: fra lago e montagne, un territorio da esplorare prima dell'arrivo dei tedeschi - Agriescape

IL GARDA TRENTINO: fra lago e montagne, un territorio da esplorare prima dell’arrivo dei tedeschi

Scopri gli Agriturismi!

Può sembrare inutile presentare un’area che turisticamente parlando è fra le più conosciute d’Europa. La sua vicinanza al confine del Brennero, fanno del “Garda see” il primo approdo per le popolazioni d’oltralpe, desiderose di rompere con le rigidità climatiche dei propri paesi e soprattutto immergersi in un’italian life style fatto di sobrietà e tranquillità.
Lo spicchio di Garda settentrionale, pur mantenendo la dolcezza del microclima (anche nei mesi invernali), si distingue dal resto delle sponde per lo straordinario orizzonte disegnato dalle montagne. Proprio questo contrasto fra i colori del lago e le tonalità cromatiche del paesaggio alpino, lasciano immaginare un territorio “divertente” per chi ama muoversi in modo lento e controcorrente: mountain bike, trekking, hiking, nordic walking, arrampicata. Ma se qualcuno vuole semplicemente… far niente il Garda trentino è una meta di assoluto riferimento. Noi ci siamo persi in tantissime passeggiate, a volte impegnative a volte di semplice piacere, e sempre abbiamo goduto di squarci, cose, situazioni piacevoli. Ecco la forza della sobrietà e della discrezione della bellezza che tanto affascina i popoli d’oltre confine. Vi consigliamo di visitare un sito sicuro, dove trovare tante suggestioni per il vostro vagare.
Ma un’esperienza che assolutamente tutti possono fare, è percorrere la nuova ciclovia sospesa sul Lago: la più bella e spettacolare d’Europa (giudizio condiviso plebiscitariamente). Si tratta di circa 2 km di un “balcone in legno” che appeso alle rocce si protende sullo specchio d’acqua. Il percorso è fruibile gratuitamente sempre, sia da pedoni che da biciclette. L’itinerario verso sud (verso Limone del Garda) inizia alle porte di Riva del Garda, al confine con il territorio bresciano.
Non può mancare, se decidete di trascorrere qualche giorno sulle sponde trentine del Garda, una visita a Rovereto: un vero scrigno di bellezza, dove le architetture (veneziana, asburgiche, dolomitiche) si intrecciano e si rincorrono continuamente. Ricordatevi di fissare in agenda una visita al MART (Museo di Arte Contemporanea).

MERCATI

Mercato contadino (Riva del Garda) venerdì 15 febbraio

A TAVOLA

BIGOLI CON LE AOLE: grossi spaghetti di pasta fresca con pesciolino di lago e tartufo nero del Monte Baldo
STRANGOLAPRETI CON BURRO DI MALGA: gnocchetti verdi conditi con burro malgaro fuso
POLENTA DI STORO CON TROTA EN SAOR: polenta rossa abbrustolita che accompagna trote marinate in cipolla, aceto ed erbe spontanee
CARNE SALADA: buonissima sia come antipasto (carpaccio) che servita come piatto unico accompagnata da fagioli
CIUIGA DEL BANALE: è una specie di salsiccia mista di maiale e rape
MOLCHE: pane povero morbido e profumato, dove all’impasto viene aggiunto polpa di olive (una volta i resti della molitura)
Scopri gli Agriturismi!