Terre pisane: impossibile non innomararsene - Agriescape

Terre pisane: impossibile non innomararsene

Il territorio pisano merita molto di più della relativa conoscenza di cui gode. La varietà dei paesaggi è davvero notevole: mare, zone umide, colline. È noto come il capoluogo (Pisa) abbia conosciuto tempi di estrema importanza economica e politica, così come l’etrusca Volterra sia nota per il suo forte legame con l’alabastro e che la nobile San Miniato possa vantare un’architettura rinascimentale fra le meglio conservate di tutta la Toscana. In stretto ordine alfabetico vi elenchiamo alcuni luoghi che in questa stagione possono essere goduti:
GIRO SULLE MURA ANTICHE DI PISA: con soli 3 euro si ha modo di navigare dall’alto la città, lungo un percorso di 3 km che permette di scoprire squarci incredibili.
MUSEO CANTIERE DELLE NAVI ANTICHE (Pisa): un contenitore forse unico che permette di ammirare autentiche navi antiche (alcune in stato di conservazione ottime). Ingresso gratuito, visita guidata 12 euro.
BORGHI ABBANDONATI DI TOIANO (Comune di Palaia) http://www.paesifantasma.it/Paesi/toiano.html e CANNETO (Comune di San Miniato) due “ghost town” dal fascino intatto e godibili con piacevoli passeggiate
BAGNI ED EREMO SAN MICHELE ALLE FORMICHE (Comune di Pomarance) nell’area abbandonata esistono ancora vasche termali con acque solfuree fruibili liberamente.
CERTOSA DI CALCI: splendido complesso monastico (fra i più belli d’Italia) che ospita anche il museo naturalistico dell’Università di Pisa. Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese, diversamente l’ingresso ha un costo di 5 euro.
TERME LIBERE DI SASSO PISANO (Castelnuovo val di Cecina) realtà termale fruibile gratuitamente e liberamente.
BOSCO DI TINALI (Comune di Bientina) aree umida accessibile liberamente, dove si possono ammirare specie di fauna lacustre rare.
MUSEO PIAGGIO (Comune di Pontedera): più che un museo una scoperta di stili, prototipi, “divagazioni” che vanno oltre il tempo. Ingresso libero. Visitabile il martedì ed il sabato.
CASCATE DEL GHIACCIONE (Comune di Chianni) escursione non molto impegnativa ma che va affrontata con un poco di attenzione.
TEATRO DEL SILENZIO (Comune di Lajatico) un teatro al naturale che sfrutta la morfologia delle colline, per creare un effetto “anfiteatro” arricchito da invasioni di artisti moderni. Qui Andrea Boccelli (nativo di Lajatico) tiene due concerti evento ogni anno.
CASCATA DELLA STERZA E FORESTA DI CASELLI un’escursione abbastanza semplice per scoprire una natura incontaminata.
ISTITUTO BUDDISMO TIBETANO LAMATZONG KHAPA (Loc. Santa Luce Comune di Pomaia) è ritenuto il più importante sito italiano. Visitarlo non è sempre semplice, per chi vi riesce è un’esperienza davvero emozionante al di là del credo di ognuno. Consigliabile contattare e prendere accordi.

 

SAGRE, FESTE, EVENTI (dal 17 al 21 maggio 2019)

FESTA DELLA ZUPPA E DEL GALLETTO (Buti: venerdì17, sabato 18, domenica 19)
SAGRA DEL CINGHIALE (San Miniato: sabato 18, domenica 19)
SAGRA DEL PROSCIUTTO E DEL CINGHIALE (Loc. Borghi - Lari: sabato 18, domenica 19)
SAGRA DELLA FRAGOLA (San Giuliano Terme: sabato 18, domenica 19)
FINGER FOOD FESTIVAL (Cascina: venerdì 17, sabato 18, domenica 19)

 

MERCATI

MERCATALE - MERCATO DELLA TERRA (San Miniato: domenica 19)
MERCATO DEI CONTADINI (Pisa: sabato 18)
MERCATO ANTIQUARIO (Pontedera: domenica 19)
MERCATO ANTIQUARIO (Marina di Pisa: domenica 19)

A TAVOLA

BORDATINO ALLA PISANA (farina di mais, cavolo nero e fagioli)
CECINA (torta salata molto bassa, circa 0,5 cm, e larga che si ottiene impastando farina di ceci con acqua, sale e olio di oliva)
STOCCAFISSO ALLA PISANA (stoccafisso cucinato con cipolle, pomodoro, patate, basilico e prezzemolo)
PEPOSO (spezzatino tipo brasato composto da carne di manzo, cipolla, pepe e vino rosso cotto per 5 ore nei tradizionali cocci)
MUCCO PISANO (La bistecca incrocio della mucca bruna alpina con i tori originari della zona del parco naturale di San Rossore)
TORTA CO’ BISCHERI (crostata ripiena di un impasto di riso e cioccolato con l’aggiunta di uvetta, pinoli e frutta candita. L’impasto del ripieno viene aromatizzato con noce moscata e liquore)